TUBO CAVEDIO BAINT

sistema coassiale sfilabile per caldaie a gas e gasolio normali e a condensazione

PIASTRA DI SUPPORTO A SOLAIO COASSIALE

Misure

Di

80

100

130

160

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

De

130

150

200

230

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

B

230

250

300

350

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

F

30

30

30

30

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

G

95

95

95

95

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Applicazione del prodotto

La PIASTRA DI SUPPORTO A SOLAIO COASSIALE, può essere considerata come elemento obbligatorio di partenza, se appoggiata su una struttura o su un solaio, per sostenere staticamente alla base ogni canna fumaria/camino/condotto del sistema TUBO CAVEDIO BAINT. Non superare al di sopra della piastra di supporto a solaio il numero di elementi, o peso equivalente, previsto dalla Tabella Statica, oltre la quale per ripartire il peso, si renderà necessario l'inserimento di un altra piastra di supporto a solaio o di un supporto a muro.  Il TUBO CAVEDIO BAINT, nel rispetto della norma UNI 7129/03 e UNI 11071 si può inserire, in sicurezza, dentro le murature o adossato, anche con fumi in pressione, in quanto  le guarnizioni a base siliconica termoresistente (T 200° C) comprese, sia nel tubo interno che nel tubo esterno, rendono i comparti completamente stagni contro ogni evenienza di formazione di condensa tra le due pareti e impedendo, nel caso che dal tubo interno ci siano perdite dei prodotti della combustione, pericolosi trafilamenti dal tubo esterno attraverso i muri o le intercapedini negli ambienti, i quali vengono invece evacuati all'esterno tramite la ventilazione in depressione dell'aria che si trova tra i due tubi. Con il TUBO CAVEDIO BAINT si può intubare, vedi, NORMA UNI 71129/03 P.5.1 e UNI 11071, una canna fumaria/camino in muratura o elemento edilizio senza che essa sia ad uso esclusivo del sistema e scaricare nella stessa i prodotti della combustione di apparecchi non similari tra di loro (esempio: caldaie a gas metano tipo"C" con caldaie a " condensazione" o caldaie a gas con stufe/caldaie a pellets, e anche di apparecchi similari, ma aventi una potenzialità che differisce tra di loro, di oltre il 30% come previsto nelle norme stesse. Nel caso di adduzione dell'aria comburente nei sistemi intubati, come previsto nella NORMA UNI 7129/03 P.5.4.1 e 5.4.2 e NORMA UNI 11071, non é necessario che la sezione di intercapedine libera sia almeno del 150% della sezione interna del condotto di evacuazione dei fumi e con il rispetto anche dei requisiti di sezione netta della norma UNI 7129/03 P.5.4.1.1 e 5.4.1.2. Si possono inoltre, realizzare canne fumari collettive ramificate (CCR) per caldaie a gas di tipo "C" con un solo coassiale TUBO CAVEDIO BAINT, senza avere condotti adiacenti di compensazione dell'aria comburente.





Istruzioni di montaggio

Assicurarsi che il solaio o altra struttura di sostegno, siano adeguati per l'applicazione prevista. Verificare nel montaggio la precisa verticalità, sia nella parte inferiore che superiore della piastra, con gli altri elementi del sistema coassiale TUBO CAVEDIO BAINT. Non superare la distanza massima da 5 a 8 cm. prevista tra la parete di sostegno e la canna fumaria/camino coassiale verticale, se si deve successivamente installare un supporto a muro standard, un'altra piastra di supporto a solaio o delle staffe a muro standard. Se si vuole una distanza maggiore contattare il nostro ufficio tecnico per la soluzione adeguata. Obbligo di installare, nel tubo esterno, la fascetta stringitubo di chiusura, fornita a parte. Se si vuole rendere sfilabile il sistema , non collegare il tubo interno della canna fumaria/camino coassiale con l'elemento interno della piastra a solaio. Rispettare il senso dei fumi, per preservare la tenuta alle condense, l'aspirazione dell'aria comburente e anche per non trovarsi nella impossibilità di installare in modo corretto alla fine della canna fumaria/camino, un cappello terminale standard. Negli impianti in cui gli elementi siano inseriti all'interno di una muratura o in qualsiasi altro elemento edilizio sotto traccia e poi chiusi con prodotti cementizi o sigillanti di qualsiasi tipo, é obbligatorio avvolgerli con gli isolanti o nastro, serie ISOBAINT forniti a parte, che permettono al sistema di dilatarsi e di non venire a contatto con i prodotti cementizi o sigillanti che possono essere corrosivi. Nel caso in cui gli elementi vengano inseriti in cavedi tecnici, vani tecnici o altri elementi edilizi e non sono chiusi, ma possono dilatare, non é obbligatorio inserire gli isolanti negli elementi, esclusi i casi dove si ritenga di inserirli per il mantenimento della temperatura dei fumi contro il congelamento. Le guarnizioni a base siliconica termoresistente,fornite di serie, sono alloggiate all'interno dei tubi nell'apposito invito femmina con le labbra rivolte verso l'interno dell'elemento, esse devono essere controllate ad ogni pulizia o manutenzione e sostituite se non integre. Se l'accoppiamento é difficile o le guarnizioni "grippano" si consiglia di usare la nostra SCIVOLINA SPRAY e bagnare solo il lato maschio dell'elemento che si deve accoppiare, non bagnare mai le guarnizioni. Mantenere la distanza di sicurezza( simbolo=G) tra il sistema fumario e le parti infiammabili (esempio: legno) come indicato nella etichetta sul prodotto o nel Manuale delle Istruzioni scaricabile dal nostro sito www.bertoncellosrl.it., eventualmente chiedere informazioni al nostro ufficio tecnico. Non usare per la pulizia interna degli elementi del sistema, prodotti tipo scovoli o altri accessori, in ferro o qualsiasi altro materiale ferritico, che possano al contatto o allo sfregamento interno, provocare della ruggine.(Vedi i nostri prodotti plastici per la pulizia). Per la pulizia esterna degli elementi, nel caso siano verniciati, non usare prodotti contenenti acidi o solventi che possano rovinare la vernice.